Azionisti Apple: ecco chi sono i principali

Apple è la società con maggiore valore di mercato al mondo e, sicuramente, chi è entrato nel suo capitale agli albori della sua lunga e fortunata storia, oggi può sicuramente contare su un incremento dei propri rendimenti davvero straordinario.

Ma sai chi sono gli azionisti Apple? Quali sono i più grandi azionisti della società fondata da Steve Jobs?

Cerchiamo di saperne di più!

Maggiori azionisti Apple

azionisti Apple

Apple: chi sono i migliori azionisti

Iniziamo con il precisare che Apple, una delle più note e importanti aziende del mondo, con capitalizzazione di mercato record, ha un volume medio di quasi 21 milioni di azioni scambiate al giorno. Molti “addetti ai lavori” di Apple detengono grandi partecipazioni nell’azienda, insieme a investitori istituzionali e altri operatori internazionali, che hanno posizioni di rilievo.

Per sapere chi sono i maggiori azionisti Apple, la fonte ufficiale è la SEC (una sorta di Consob a stelle e strisce), che mensilmente elabora i dettagli sugli shareholders di riferimento.

Azionisti Apple: chi sono?

Di seguito abbiamo voluto riassumere i cinque principali azionisti di Apple.

  • Arthur Levinson – Arthur Levinson è il maggiore azionista individuale di Apple, con 1,16 milioni di azioni ordinarie detenute nella compagnia. Levinson è anche il presidente del consiglio di amministrazione di Apple e attuale CEO di Calico, una società indipendente di ricerca e sviluppo biotecnologico. Il core business di Calico è quello di individuare soluzioni per la lotta all’invecchiamento e malattie correlate. In precedenza, è stato CEO di Genentech;
  • Tim Cook – Tim Cook è uno dei più grandi azionisti “insider” di Apple, stando a quanto ci rilevano le statistiche della Securities and Exchange Commission (SEC) statunitense. Ad oggi possiede 901.474 azioni.
  • Cook è stato nominato amministratore delegato (CEO) di Apple nell’agosto del 2011, succedendo al fondatore Steve Jobs. Prima di essere nominato CEO, Cook ha ricoperto il ruolo di Chief Operating Officer (COO) di Apple, essendo responsabile delle vendite e delle operazioni internazionali dell’azienda. In precedenza Cook ha lavorato per Compaq;
  • Craig Federighi – Craig Federighi, senior vice president of software engineering, possiede 460.367 azioni ed è un altro degli insider di Apple. Federighi supervisiona lo sviluppo di iOS, OS X e i team di progettazione dei sistemi operativi di Apple, ed è tornato in azienda nel 2009 dopo aver lavorato per NeXT;
  • Jeffrey Williams – Jeff Williams è il direttore operativo di Apple dal dicembre 2015. Possiede 123.737 azioni;
  • Bruce Sewell – Bruce Sewell, Senior Vice President of Legal and Global Security and General Counsel, ha in patrimonio113.865 azioni Apple. Attualmente è responsabile della supervisione della sicurezza globale e della privacy, della proprietà intellettuale, della governance aziendale e di altre questioni legali. È entrato in azienda nel 2009.

Azionisti Apple principali

Agli azionisti individuali che sopra abbiamo avuto modo di citare, bisogna poi aggiungere anche gli azionisti istituzionali: i tre maggiori detentori istituzionali di azioni Apple sono Vanguard Group Inc., Berkshire HathawayInc. e State Street Global Advisors: insieme detengono il 15,93% delle azioni in circolazione.

Azionisti Apple: vogliono dividendi

Contrariamente ad altre aziende hi-tech statunitensi, Apple eroga regolarmente dei dividendi ai propri shareholders. Non solo: per la gioia degli Azionisti Apple, che a parte ruoli di amministrazione e di governance vogliono dividendi e capital gain dal loro investimento, gli stacchi dei dividendi sono stati rivisti più volte in aumento nel corso degli ultimi anni.

Dai un’occhiata alla progressione degli ultimi anni:

azioni Apple dividendi

Dividendi di azioni Apple

Anche se ci sono diverse speculazioni in tal proposito, per il momento non vi è alcuna notizia di un possibile aumento dei dividendi dall’attuale livello di 73 centesimi di dollaro per azione.

Assemblea azionisti Apple

L’assemblea azionisti Apple si tiene una volta l’anno, di norma nel mese di febbraio. È in questa occasione che le proposte del consiglio di amministrazione vengono messe ai voti.

L’ultima edizione del meeting degli azionisti Apple si è tenuto il 13 febbraio scorso: in tale evento, gli azionisti Apple hanno approvato a stragrande maggioranza le proposte del management e respinto le proposte degli azionisti a cui il consiglio di amministrazione si è opposto durante l’assemblea annuale, la prima tenutasi nel nuovo campus della società.

Complessivamente, dal voto dello scorso mese di febbraio è emersa una chiara iniezione di fiducia verso il CEO Tim Cook e verso la strategia globale che Apple sta cercando di perseguire, e che ha potuto generare evidente soddisfazione negli ultimi anni.

Nell’assemblea azionisti Apple 2018, in particolar modo, sono state approvate quattro proposte sostenute dal consiglio di amministrazione, tra cui una rielezione dei membri del cdae un pacchetto di compensi per i dirigenti Apple. Due proposte degli azionisti sono state ampiamente respinte, tra cui la proposta di formare un “comitato per i diritti umani” e la proposta di ridurre il numero di azioni necessarie per nominare nuovi amministratori nel consiglio di amministrazione.

Probabilmente, all’epoca a indurre un simile ottimismo verso il top management della società di Cupertino fu anche la buona trimestrale poco prima presentata, con un record di oltre 88 miliardi di dollari di vendite, per quella che il CEO Cook dichiarò essere il miglior trimestre di sempre nella storia dell’azienda.

Come abbiamo già rammentato, l’incontro è stato il primo a tenersi allo Steve Jobs Theater, che si trova nel nuovo campus da 5 miliardi di dollari costruito da Apple… ad Apple Park.

Prezzo Azioni Apple, una crescita senza fine?

L’incredibile crescita del prezzo delle azioni Apple è stato oggetto di profonde discussioni e, probabilmente, rappresenta una delle massime eccellenze nel settore tecnologico. A conferma di ciò, si tenga conto che un semplice investimento di 100 dollari nelle azioni dell’azienda all’inizio del 2002a metà del 2018 sarebbe già diventato pari a 10.656,24 dollari, o più di 100 volte l’investimento originale.

Naturalmente, niente può suggerirti che questa straordinaria crescita si ripeterà anche nel corso del prossimo futuro. Anzi, è probabile che in una fase recessiva (che prima o poi tornerà a riguardare gli USA) il mercato azionario possa entrare in una condizione di nuova difficoltà, con inversioni di tendenza anche repentine.

Per il momento, però, gli azionisti Apple si possono ben ritenere ampiamente soddisfatti di quanto realizzato dalla società, e guardano con particolare ottimismo al futuro, in cui non mancano di certo i buoni spunti.

Opinioni Azioni Apple

Ma conviene comprare azioni Apple oggi?

Difficile dare una risposta a questa domanda. Considerando che il tuo obiettivo sarà presumibilmente solo finanziario (ovvero, incassare i dividendi e un potenziale capital gain al momento della rivendita del titolo), dovresti cercare di comprendere se la fiducia che finora è stata riposta nella compagnia americana sarà confermata anche nel prossimo futuro.

In tal senso, è evidentemente che difficilmente la crescita delle azioni Apple potrà continuare con gli stessi ritmi nel prossimo futuro, soprattutto se il mercato arriverà ad una fase di consolidamento e di inversione di tendenza, come di norma avviene in condizioni recessive. Condizioni che, però, per il momento non si sono ancora affacciate all’orizzonte, lasciando dunque intendere che il trend potrebbe essere ancora incoraggiante in quel di Cupertino.

E tu che cosa ne pensi? Hai mai comprato azioni Apple? Ritieni che sia ancora il caso di comprare queste azioni o preferisci azioni Google, Facebook o Amazon? Facci sapere quale è la tua opinione e, se hai domande sulle azioni Apple, scrivici un’email cliccando quì oppure lascia un commento proprio sotto quest’articolo.

Lascia un commento