BTP rendimento netto, il nostro approfondimento

Hai sempre voluto investire in BTP e altri titoli di Stato, ma non hai mai compreso fino in fondo quale sia il funzionamento di questi strumenti di risparmio e di investimento?

Ebbene, abbiamo una buona notizia: vogliamo infatti cercare di comprendere con te come funzioni il rendimento netto BTP, come poterlo scoprire in tempo reale, quale è il tasso effettivo di remunerazione di un BTP e tanto altro ancora!

Alla fine di questo nostro approfondimento, dovresti essere in grado di comprendere come calcolare l’effettivo rendimento netto BTP e, dunque, valutare meglio i tuoi investimenti!

Rendimento netto BTP Effettivo

In primo luogo, bisogna capire che cosa si intende per rendimento netto BTP effettivo. Teoricamente, con questo nome noi puntiamo a definire il rendimento netto annuo che comprende non solamente il tasso lordo annuo della cedola, quanto anche l’eventuale credito di imposta che viene generato nel caso in cui tu acquisti un BTP sul mercato secondario a un prezzo maggiore di 100.

Ora, se sei a digiuno di investimenti, probabilmente le righe di cui sopra ti sembreranno abbastanza complicate. Cerchiamo di chiarirle!

Rendimento Buoni Tesoro Poliennali BTP

I BTP sono delle obbligazioni dello Stato, ovvero un prestito che farai al Tesoro, in cambio del quale riceverai non solamente il rimborso del valore nominale alla scadenza, quanto anche un interesse periodico, corrisposto attraverso le cedole.

BTP rendimento netto

Rendimento netto BTP

L’operazione di acquisto di un titolo di Stato BTP può essere effettuato sia in sede di mercato primario (ovvero, nelle aste e, dunque, con le nuove emissioni), quanto anche in sede di mercato secondario: in questo caso, acquisti NON titoli nuovi, direttamente dal Tesoro, bensì titoli già in possesso di altri investitori.

Nel mercato primario il costo di un’obbligazione sarà pari al suo prezzo, espresso in centesimi. All’emissione e alla scadenza, il valore nominale sarà pari a 100, mentre nel mercato secondario il valore può cambiare di molto e, a breve, vedremo perché. Ti ricordiamo infine che i BTP sono soggetti a tassazione del 12,5%, con ritenuta effettuata al momento del versamento degli interessi periodici (riceverai pertanto, ogni sei mesi, una cedola netta).

Rendimento netto BTP in tempo reale

Ma come puoi capire quale sia il rendimento netto? Qualche riga fa abbiamo chiarito come tu possa acquistare dei titoli di Stato, e abbiamo fatto cenno al fatto che tu possa acquistarli non solamente nel mercato primario, quanto anche nel mercato secondario.

Di qui, una importante differenza: comprendere il rendimento netto BTP in tempo reale dei BTP collocati sul mercato primario è molto più semplice, visto e considerato che il valore nominale sarà pari a 100 (esattamente come alla scadenza!) e dunque il rendimento sarà dato dal flusso cedolare.

È molto più difficile cercare di capire quale sia il rendimento netto sul mercato secondario, perché in questo caso devi tenere in considerazione anche il credito d’imposta.

Rendimento netto BTP con acquisto sotto la pari

Ricollegandoci a quanto sopra, ricordiamo pertanto che se il valore nominale di un BTP è sempre 100, il valore di acquisto effettivo sul mercato può essere superiore o inferiore a tale soglia. E, tutto ciò, non può che influenzare il rendimento netto.

Iniziamo con un esempio di acquisto con prezzo inferiore a 100, ovvero sotto la pari. In questo caso andrai ad acquistare il BTP sul mercato secondario a un prezzo inferiore a quello nominale, e alla scadenza ti verrà applicata un’aliquota del 12,50% su tale gap (capital gain).

Immaginiamo che tu voglia acquistare un BTP dal valore nominale di 100 a 80. Il capitale gain sarà di 20, e la tassa sul capitale gain sarà di 2,5 (ovvero, 20 * 12,5%). Il netto rimborsato sarà di 97,5 (cioè, 100 – 2,5) e non avrai alcun credito di imposta. Il tuo rendimento non sarà dato solo dal capital gain, quanto anche dal flusso cedolare (ne parleremo a breve).

Rendimento netto BTP con acquisto sopra la pari

Molto diverso è il caso di un acquisto sopra la pari, perché in questa ipotesi pagherai un prezzo superiore al valore nominale del BTP. Non subirai alcuna tassazione, bensì un credito di imposta pari al 12,5% sulla differenza tra il valore di rimborso / nominale e il prezzo al quale hai compiuto l’operazione.

Anche in questo caso, un esempio potrebbe venirti in aiuto. Immagina infatti di acquistare un BTP a 120, e che il capital gain sia di 20 (120 – 100). Il credito di imposta maturato sarà di 2,5 (20 * 12,5%), e il netto rimborsato sarà di 100.

Così sostenendo, significa che hai una perdita di 20 (acquisto pari a 120, rimborso a 100), che però dovrà tenere in considerazione delle cedole che andrai a maturare nel periodo di riferimento dell’investimento. Ebbene, proprio sulle cedole potrai ad esempio godere di una compensazione con il credito d’imposta generato, subendo così una minore o esentata tassazione. Chiaro, no?

BTP Rendimento netto Sole 24 Ore

Possiamo immaginare che cosa stai pensando: calcolare il rendimento netto BTP è molto più difficile di quanto immaginassi!

In realtà, ci sono alcune fonti online che ti permetteranno di evitare tutti questi conteggi, perché ti forniranno una stima attendibile del rendimento netto BTP. Uno di questi è la colonna del rendimento netto BTP Sole 24 Ore, che trovi sul quotidiano economico finanziario, e che ti fornirà un prospetto sull’effettiva redditività del titolo di Stato.

Rendimento netto BTP oggi

Attualmente, ad esempio, ad offrire il miglior rendimento netto BTP oggi è il titolo BTP 01ST38, ISIN IT0005321325, scadente nel settembre 2038 al tasso del 2,95%. Il prezzo di mercato è fortemente sotto la pari (86,78) con la conseguenza che il rendimento netto è del 3,64%.

BTP rendimento oggi

Rendimento dei BTP oggi

Oltre al rendimento netto BTP 2038, è molto interessante anche quello dei BTP scadenza ancora più estesa. Per esempio, il rendimento netto BTP 2048, con ISIN IT0005273013 ha un tasso cedolare del 3,45% e prezzo sotto la pari di 91,09, con rendimento effettivo del 3,61%.

Il rendimento netto BTP 2047 è del 3,60%, mentre il rendimento netto effettivo BTP 2036 è del 3,59%.

Per quanto infine concerne il rendimento netto BTP 10 anni, quello del BTP dicembre 2028, ISIN IT0005340929 propone un tasso del 2,63% come cedola netta, ma un rendimento netto del 3,29% grazie a valore di mercato sotto la pari di 92,98.

Rendimento netto BTP Italia

Se quanto sopra ti sembra complicato, lo è ancora di più cercare di calcolare il rendimento netto BTP Italia.

Il BTP Italia è infatti un titolo di Stato la cui cedola è parametrata all’andamento dell’inflazione italiana. Dunque, in questo caso non potrai che cercare di stimare una crescita costante dei prezzi al consumo per l’intera durata dell’investimento e, sulla base di essa, conteggiare un rendimento netto che potrebbe però differire anche significativamente da quello reale.

In conclusione di quanto sopra, speriamo di averti fornito gli strumenti utili per conteggiare il rendimentonetto BTP Italia o, per lo meno, capire da cosa può essere influenzato il rendimento netto dei titoli di Stato.

Sul web e sui quotidiani finanziari trovi i calcoli in buona parte già effettuati e, sulla base di ciò, ti suggeriamo pertanto di consultarli con particolare attenzione nel caso in cui tu stia cercando di effettuare del trading di BTP sul mercato secondario. Più semplici, in buona sostanza, saranno invece i conteggi per ciò che concerne il calcolo dei rendimenti per gli acquisti di nuovi titoli all’asta.

Lascia un commento