Rinnovo passaporto scaduto o in scadenza: documenti da presentare

Il rinnovo passaporto scaduto o in scadenza è un’operazione piuttosto comune da parte di tutti quegli italiani che si trovano alle prese con la necessità di disporre di un documento valido da presentare in ambito internazionale.

Ma sai esattamente come si domanda il rinnovo del passaporto già scaduto da tempo, o che magari ti scadrà nei prossimi giorni? Quali documenti devi presentare? Quanto costa?

Abbiamo preparato per te una guida completa a questo tema, che ti suggeriamo di consultare per non perdere di vista gli importanti adempimenti che è necessario rispettare!

Cos’è il passaporto

passaporto scaduto o in scadenza

Guida al rinnovo del passaporto

Prima di occuparci in maggior dettaglio su quali siano i documenti utili per il rinnovo del passaporto, dedichiamo qualche parola per poterlo qualificare meglio.

Il passaporto è un documento rilasciato a tutti i cittadini italiani maggiorenni interessati, con durata di 10 anni. Tecnicamente – come ci ricorda il sito internet della Polizia di Stato – alla scadenza non avviene un vero e proprio rinnovo, bensì il rilascio di un nuovo documento.

È proprio per questo motivo che il rilascio di un nuovo passaporto o il rinnovo del precedente documento seguono iter identici, e richiedono le stesse documentazioni.

Come fare il rinnovo passaporto

In estrema sintesi (torneremo a breve su tale punto), la procedura di rinnovo passaporto è identica a quella che hai già attraversato per il suo primo rilascio.

Dunque, quel che dovrai far è semplicemente presentare una domanda compilando l’apposito modello, con versamento di 42,50 euro su un conto corrente postale dedicato e l’apposizione di specifica marca da bollo passaporto, una concessione governativa che dovrai necessariamente pagare per poter disporre di questo documento.

Documenti per il rinnovo del passaporto

Ma quali sono i documenti per il rinnovo del passaporto? Cosa serve per il rinnovo passaporto scaduto o in scadenza? La documentazione da presentare è infatti relativa a:

  • Modulo di richiesta, stampato e sottoscritto;
  • Un documento di riconoscimento valido, da presentare in originale;
  • Due foto in formato tessera, identiche e recenti;
  • La ricevuta di versamento di 42,50 euro sul conto corrente postale n. 67422808 intestato al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del Tesoro, con causale “importo per il rilascio del passaporto elettronico”;
  • Un contrassegno amministrativo da 73,50 euro (la marca da bollo passaporto).
rinnovo passaporto documenti

Documenti per il rinnovo del passaporto

A questo punto, considerato che si tratta di un rinnovo passaporto, bisognerà anche ricordarsi di portare con sé il vecchio documento. Se invece hai subito il furto del vecchio passaporto, o lo hai smarrito, dovrai portare con te anche l’originale della denuncia all’autorità.

Costo per rinnovo passaporto

Come abbiamo avuto già modo di sottolineare qualche riga fa, il costo per rinnovo passaporto è relativo alle spese vive (ad esempio, la produzione delle foto in formato tessera) e, soprattutto, a:

  • Versamento da 42,50 euro sul conto corrente postale del Ministero;
  • Marca da bollo passaporto da 73,50 euro.

Complessivamente, pertanto, il costo per rinnovo passaporto si aggira intorno ai 120 euro.

Moduli per rinnovo passaporto

I moduli per la richiesta del rinnovo passaporto scaduto o in scadenza possono essere liberamente scaricati dalla pagina dedicata del sito internet della Polizia di Stato.

In tal senso, fai attenzione a scaricare il modulo di tuo riferimento. Nella stessa pagina puoi infatti trovare:

  • Modulo passaporto per maggiorenni;
  • Modulo passaporto per minorenni;
  • Note tecniche nuovo passaporto;
  • Fac-simile passaporto ordinario;
  • Dichiarazione di figli minori;
  • Documenti per attraversamento frontiere;
  • Atto di assenso tra genitori.

Se hai difficoltà a individuare il modulo che ritieni possa fare al caso tuo, non dimenticarti di consultare le FAQ e le videoguide che puoi trovare nella stessa pagina, sulla parte sinistra.

Rinnovo passaporto in scadenza e non scaduto

Ma è possibile effettuare il rinnovo passaporto in scadenza e non scaduto? Possiamo rinnovare questo documento uno o due mesi prima, senza dover aspettare necessariamente la data di scadenza?

La risposta è certamente positiva, considerato che il documento può essere sostituito in qualsiasi momento con uno nuovo. Dunque, è ad esempio possibile avere un nuovo passaporto in sostituzione di quello attuale anche perché, semplicemente, è usurato o rovinato.

In ogni caso, a non cambiare è la procedura necessaria da seguire per l’ottenimento del nuovo documento, di cui sopra abbiamo già abbondantemente parlato.

Rinnovo passaporto scaduto o in scadenza online

Non tutti sanno che la procedura di rinnovo passaporto scaduto o in scadenza può essere fatta anche online, seguendo un iter che è molto simile a quello – per esempio – del rinnovo della carta di identità scaduta.

Farlo è peraltro molto semplice. Quello che dovrai fare è:

  • consultare il sito internet di Agenda Passaporto, il nuovo servizio della Polizia di Stato con la quale poter avviare l’iter di richiesta online del documento;
  • prenotare luogo, data e ora per poter presentare la domanda, risparmiandoti così le lunghe attese che potresti incontrare presentandoti senza preavviso negli uffici della polizia.

A questo punto, non dovrai far altro che attendere il giorno e l’ora previsti, e presentare i documenti che sopra abbiamo avuto modo già di rammentare.

Tieni anche conto che la domanda potrà essere presentata negli uffici dei luoghi di residenza o di domicilio o di dimora, a scelta tra:

  • Questura;
  • Ufficio passaporti del Commissariato di Pubblica Sicurezza;
  • Stazione dei Carabinieri.

Per comodità, abbiamo qui riepilogato i principali indirizzi delle questure e degli uffici passaporti di alcune delle principali città italiane. Prova a darci un’occhiata:

Rinnovo passaporto all’estero

E se ti trovi all’estero? Nessuna paura, la procedura è un po’ diversa, ma seguendo le indicazioni di questa pagina del Ministero degli Affari Esteri riuscirai a percorrerla in breve tempo.

Consegna passaporto rinnovato

Una volta che hai richiesto il passaporto con le modalità che sopra abbiamo avuto modo di riassumere per te, e una volta che avrai consegnato la documentazione completa, il documento potrà essere rilasciato.

Potrai scegliere di ritirare personalmente il documento, oppure farlo ritirare da un’altra persona, purché quest’altra persona sia maggiorenne, abbia una fotocopia di un tuo documento, e abbia una delega legalizzata da un notaio o da un ufficiale dell’anagrafe, scritta in carta semplice. Anche la persona delegata, ovviamente, dovrà portare un proprio documento di identità.

Rinnovo passaporto a domicilio

Esiste inoltre la possibilità di poter chiedere il rinnovo del passaporto a domicilio, ovvero la consegna del documento a un indirizzo che viene specificato al momento della richiesta. Il costo di questo servizio è di 8,20 euro, da pagare al momento della consegna, in contrassegno.

Ma come puoi fare per poter usufruire di questa formula evidentemente più comoda?

Se vuoi fruire di questo servizio devi farne immediata richiesta al momento della domanda di rinnovo delpassaporto. La questura o il commissariato consegnerà dunque a Poste Italiane una busta che conterrà il documento, e a te una stampa della ricevuta che contiene anche il numero della busta, in modo che tu possa tracciare la spedizione sul portale di Poste Italiane.

Ora, se non sei presente al domicilio indicato, ti verrà lasciato un avviso di mancata consegna. Decorsi 30 giorni senza il ritiro del documento, lo stesso sarà riconsegnato all’Ufficio passaporti emittente. Per il ritiro alla Posta entro i 30 giorni varrà la procedura standard per il ritiro della posta registrata, con riconoscimento del destinatario o di altra persona con delega o fotocopia del documento firmata.

Ancora, in caso di indirizzo errato, Poste Italiane riconsegnerà il documento all’ufficio emittente, mentre in caso di smarrimento della busta contenente il passaporto, Poste Italiane rimborserà 50 euro al cittadino, che dovrà poi pagare il solo bollettino di 42,50 euro per l’ottenimento di un nuovo passaporto (non dovrai dunque pagare nuovamente i 73,50 euro di marca da bollo).

Passaporto se si è genitori di figli minori

Infine, ricordiamo che puoi richiedere il passaporto in favore di tuo figlio minore. Tuttavia, molti non sanno che per questa operazione è necessario il consenso dell’altro genitore, sia che si tratti di coniugato, convivente, separato, divorziato, genitore naturale.

L’altro genitore non richiedente sarà dunque chiamato in causa per poter firmare l’assenso dinanzi al Pubblico Ufficiale, che autentica la firma, presso l’ufficio in cui si presenta la documentazione. Se non viene ottenuto l’assenso, bisognerà passare attraverso il nulla osta del giudice tutelare.

Se l’altro genitore non può presentarsi per la firma della dichiarazione di assenso, il richiedente del passaporto potrà comunque allegare alla sua richiesta una fotocopia del documento del genitore assente, firmato in originale, con dichiarazione scritta di assenso all’espatrio, anch’essa firmata in originale.

Lascia un commento