Professionisti di fondos

dei messaggi contrastanti provenienti dalle banche centrali ad annunciare la fine del FILMATO

  • Grandi cambiamenti e circa la Banca d’Inghilterra e la banca centrale europea.
  • quello che stiamo cercando di dire ai banchieri centrali in europa? Sembra essere sempre più probabile che si punti alla fine del quantitative easing.
  • Si aumenta il peso del debito pubblico e una posizione nel reddito variabile.

I messaggi contrastanti che sono stati rilasciati dalla banca centrale, potrebbe essere un segno segreto di una reale intenzione di terminare il programma di quantitative easing, in conformità con
Lukas Daaler, direttore de investimentos da Robeco Investmente Soluzioni.

Negli ultimi anni, le banche centrali sono stato in grado di evitarlo, i mercati stanno guardando avanti e cercando di indovinare la direzione delle sue politiche, e fornendo indicazioni che non sono né troppo drammatico né troppo vaghe. D’altra parte, una recente dichiarazione di politica monetaria suggerisce che le banche centrali stanno chiamando per il mercato a tenere il preparato per la fine del quantitative easing in Europa, secondo Lui

Facendo un’allusione a una celebre frase dell’ex presidente della Federal Reserve, Alan Greenspan: “Dato che io lavoro in banca, ho imparato a pronunciare con grande mancanza. Se pensi che io sono, naturalmente, certamente non capire quello che ho appena detto. “

alla fine del FILM, ed è nelle vicinanze.

“Questo dimostra che la comunicazione della banca centrale, non è sempre facile,” dice. “Quando una persona è “troppo leggero”, come Greenspan ha, nelle tue parole, si può tornare a voi, per esempio, l’economia subisce una svolta inaspettata di eventi. D’altra parte, se è troppo vaga e potrebbe causare confusione nel mercato e che cosa possono aspettarsi. Quindi, il modo migliore è quello di mettere se stessi in una terra di mezzo: rimane aperto a tutte le opzioni, e di non essere troppo specifico e si tenta di accennare al modo lieve, i mercati in cui la direzione è giusta “

“Questa è una strategia che è stata implementata con successo nei giorni in cui sono pubblicizzati nelle notizie riguardo alla politica monetaria, ora sta diventando molto infastidito. Il fatto che il
ed è stato in grado di svolgere tre salite i tassi innel ciclo attuale, e ha annunciato i suoi primi passi per ridurre il FILMATO senza incidere eccessivamente sui mercati dei titoli azionari e fisso-è una chiara prova del fatto che la comunicazione è stata gestita in modo appropriato. “

“Con tutto questo in mente, si sorprese un po ‘ di ciò che è accaduto nell’ultimo paio di settimane su questo lato dello stagno … cosa stanno realmente dicendo ai banchieri centrali? Sembra essere sempre più probabile che sarà il punto di fine del quantitative easing. “

O Banco da Inglaterra

dice un buon esempio di tale suggerimento, che potrebbe preannunciare una stretta monetaria, che è l’atteggiamento della Banca d’Inghilterra (BoE), che di solito è molto tranquillo. Il 15 giugno, il capo economista della Bdl, Andrew Haldane, è stato uno dei cinque membri del Comitato di Politica Monetaria ha votato per mantenere i tassi a 0,25%. Ma una settimana dopo, ha fatto un cerchio completo, indicando che sarebbe prudente per ridurre quella parte dello stimolo. Il governatore della BoE, Mark Carney, che ha appoggiato la manutenzione della vettura può essere fatto eco lo stesso messaggio, fatto a, il 28 giugno di quell’anno.

“che cosa è questo aspetto? “ Chiese Lui. “Il fatto che i dirigenti delle banche centrali a cambiare la loro opinione, non è di per sé un evento straordinario, non negativa. Dopo l’inaspettato risultato di un referendum sulla Brexit nel 2016 la BoE ha annunciato misure di ulteriore stimolo monetario per ammorbidire il colpo che è stato predetto probabile che accada per l’economia del Regno Unito.

Questo è il colpo di stato non si è concretizzato e l’economia ha continuato ad espandersi, e se è un motivo valido per il ritiro di una parte dello stimolo add-on ” .,

“tuttavia, è difficile determinare la causa del cambiamento nell’atteggiamento del BdI, tanto più ora che le prospettive di crescita sono peggiorate, con il consumatore bloccato a fronte di un aumento dei prezzi e calo dei redditi reali, dato l’atteggiamento di posa tradizionale sul BdI per l’improvvisa ‘temporaneo’ inflazione. Così, se la BdI a prendere la questione molto seriamente, e si desidera che il mercato sia pronto per un futuro aumento dei tassi di interesse, ci si aspetta una prova di questo tipo (così come un miglioramento dei dati economici per il mese prossimo. “

Passemos ao BCE

e Così, arriviamo alla Banca Centrale Europea (BCE), di fronte a una situazione che è molto diverso, ma il suo presidente, Mario Draghi, ha introdotto anche da contraddire questa linea. “La BCE è anche l’invio di segnali di diverso,” dice.

“Nella riunione di giugno Draghi ha sorpreso il mercato, riducendo le proiezioni di inflazione del 1,3 per cento per l’anno 2018, citando la mancanza di pressioni inflazionistiche reale come il miglioramento del mercato del lavoro non si è tradotto in un aumento dei salari. Anche entro il 2019, la BCE si aspetta che l’inflazione media solo l ‘ 1,6 per cento, che tecnicamente è al di sotto del target. Il messaggio di fondo è: non avere fretta per un cambiamento nel nostro mix di politica monetaria.

“Ma poi ci fu il discorso del sig. Draghi, il 28 giugno, in cui ha detto che” le forze di pressione deflazionistica è stato sostituito da altri reflacionárias’, le parole che ha provocato una grande scalpore nel mercato e che hanno preso di euro-come gli interessi sul debito pubblico. Poteva Salvare ‘troppo luminoso? ‘ indotto la BCE a convincere il mercato che hanno interpretato in modo sbagliato? “

Effetto sul mercato

“, Dove possiamo lasciare tutto questo? Nonostante la confusione alti e bassi, leggendo tra le righe, si può dedurre che la fine del quantitative easing in Europa è a portata di mano. È interessante notare che, la banca centrale, che è stato più evidente in direzione di (BDI) è quello che ha meno credibilità, e quelli più in dimensione, data l’importanza di questa possibilità, la BCE ha più motivi per farlo nella vita reale. Non aspettatevi alcuna misura radicale, solo una, probabilmente, una intensificazione di quelle proposte nei prossimi mesi. “

Egli ritiene che l’effetto netto di tali misure sui mercati finanziari, sarebbe nel migliore interesse di obbligazioni europee per continuare a salire, e, di conseguenza, i prezzi continuano a scendere. “Siamo ancora sorge il peso sulla scissione post, e i recenti sviluppi non ci riguardano, troppo, “ disse.

“Il mercato, visto che erano stati favoriti dalla situazione di bassi tassi d’interesse-fisso e spread stretti, ma sul fatto che le banche centrali sono in grado di ridurre l’interferenza, può avere un effetto negativo sull’atteggiamento del mercato. Dal momento che non ci si aspetta alcun improvviso e inaspettato di politica monetaria, continuiamo a mantenere la nostra posizione neutrale su titoli di capitale. L’unica modifica che abbiamo fatto nel nostro portafoglio sono stati tutti in relazione alle valute estere in cui abbiamo la nostra posizione “short” sulla sterlina “.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *