Analisi di mercato

e La paura di una “Guerra commerciale”?

guerra commerciale


Por André Pires, analista di XTB

si Parla di “guerra” e le sue conseguenze, il che implica, necessariamente, per parlare con il primo concetto che si trova sul retro delle tensioni in commercio, vale a dire, la sfortunata “disavanzo commerciale”.

Este conceito, tantas volte referido nos

tweet

il presidente degli stati uniti come una grande ingiustizia per la c

orrigida por um acordo comercial

, hai una connotazione negativa e priva di fondamento.

tweet Trump

In effetti, nel commercio, entrambe le parti risultano vincitori (che è il motivo per cui il termine “guerra” è una contraddizione. Non si dovrebbe prima lo chiami-di-guerra anti-business?) .

Tutte le transazioni commerciali che coinvolgono un acquirente e un venditore. Una viene in parte con i soldi, e l’altro con il prodotto o il servizio, e, per quanto ne sappiamo, questi scambi sono completamente libero e volontario, lasciando entrambe le parti con quello che stavano cercando.

il deficit della bilancia commerciale è quando una delle parti per l’acquisto di altri di ciò che si vende. Nel caso della cina-u.s., l’u.s. ha un deficit commerciale con la Cina, è perché si sta cercando per i prodotti cinesi più e di più per conto del popolo cinese li stanno cercando. Allo stesso modo, abbiamo un deficit commerciale con il negozio di alimentari sulla nostra strada, non c’è in esso di qualche problema intrinseco.

Se si considerano come perdere quello che si compra e il vincitore è colui che vende, voi non sareste qui, anche il commercio. E poi c’è il pericolo di una guerra commerciale.

Se si sono i due più grandi economie, a partire scambio delle tasse e delle tariffe sulle importazioni, sono le barriere artificiali di libero scambio tra di loro. La tendenza è che gli agricoltori vogliono vendere i loro prodotti in altri paesi, al fine di evitare il danno.

Questo aumento della domanda, a sua volta, entra in concorrenza con i prodotti delle industrie dei paesi importatori, con un conseguente impatto sull’economia locale. Per difendere se stessi, la tentazione è quella di impostare politiche protezionistiche, che è a dire, più le imposte e le tasse, mentre mettendo a rischio il sistema commerciale globale.

in Questo scenario, apparentemente disastrosa, non sarebbe una novità nella Storia recente. Basta guardare all’età di 30 anni al momento dell’applicazione di una tariffa Smoot-Hawley, ha firmato in legge dall’allora presidente Herbert Hoover, che è stato molte migliaia di prodotti importati. In altri paesi, come il Canada e l’Italia, e retaliaram i dazi doganali sulle importazioni dall’u.s., che ha scatenato guerre commerciali in tutto il mondo, e in un effetto a catena che ha portato alla creazione non solo di un peggioramento della depressione economica caratterizzata, al momento, ma in una monarchia, è servito come un

attiva

à Segunda Guerra Mundial.

nonostante questo, la memoria di questa Storia recente, credo che se la tromba, e, lungi dal mostrare se stessi, è stato utilizzato dal presidente per essere la carta vincente in

una ri-negoziazione di accordi commerciali.


In realtà, è possibile che alcuni di loro si raccontano le competenze di base per il lavoro del presidente, non negare che egli era un uomo di affari.

o, Al contrario, nel contesto della storia della diga di Hoover, l’u.s. economia

godere di una boccata d’aria fresca

dal momento che l’inizio della decorrenza del termine di Trump, dandogli spazio di manovra per negoziare e utilizzare l’arte del bluff. E il bluff della guerra è un punto di forza del proprio

perché è una vera minaccia, e pieni di paura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *