Professionisti di fondos

geopolitica di Rischio, al livello più alto dall’inizio dell’invasione dell’Iraq

  • è L’Indice di Rischio Geopolitico (GPR) è attualmente al suo livello più alto dall’inizio dell’invasione dell’Iraq nel 2003.
  • con La domanda di beni rifugio, come l’oro e l’argento, è aumentato.
  • e Questa è la prima volta che viene effettivamente controllato il USDKRW per reagire alla minaccia dalla Corea del nord, Nord
  • a Causa delle tensioni nella penisola coreana, il
    l’Indice del Rischio Geopolitico (GPR)è il livello più alto dall’inizio dell’invasione dell’Iraq nel 2003. Il test di una bomba a idrogeno, dalla Corea del Nord alla fine della settimana, ha portato ad una nuova escalation di paura, e di incoraggiare

    gli investitori per migliorare le loro posizioni nel rifugio per le attività.

    L’Indice del Rischio Geopolitico (GPR), si trova a circa 290 punti, che rappresenta il livello più alto dall’invasione dell’Iraq nel 2003. L’indice, prodotto da Dario Caldara e Matteo Lacoviello, è un indicatore preso in considerazione dal Consiglio dei Governatori della

    Federazione della Prenotazione.

    Il rischio è maggiore, dopo che Pyongyang ha testato un dispositivo nucleare alla fine della settimana(sostenendo che si trattava di una bomba a idrogeno, che può essere montato su un missile balistico intercontinentale ICBM), che gli specialisti stimano che hanno prodotto circa il 50 chilo di tonnellate, contro il 21 per chilo-toni dei due dispositivi più potenti che sono cadute sul Giappone nella seconda Guerra Mondiale.

    sul lato statunitense, il segnale della chiave per l’escalation di paura, è stato il duro linguaggio del segretario della Difesa, Mattis, che ha promesso una “risposta militare “con il grande minaccia della Corea del Nord’;. In aggiunta a questo,
    Trump ha aperto un altro fronte criticando la posizione della Corea del Sud: (, Trump ha detto su Twitter, “La repubblica di Corea hanno scoperto che un dialogo di riconciliazione con la Corea del Nord, non funziona, i Nord coreani) capire solo una cosa!”), L’agenzia sudcoreana Yonhap news ha detto la Corea del Sud è attualmente in trattative con gli Stati Uniti per la distribuzione dei bombardieri strategici, e anche un gruppo dalla portaerei america.

    Questi sviluppi
    hanno ulteriormente aumentato la domanda per le attività che sono sicuri, come l’oro. Lunedì il metallo prezioso ha raggiunto un massimo di 11 mesi, in modo che sia sopra il picco nella notte di u.s. alle elezioni presidenziali di novembre.

    Un
    interruzione di oro sopra 1.300 dollari / onciaha attivato i nuovi acquisti, e il rapporto tra le posizioni lunghe e corte è passato da 1 a quasi il 19 nelle ultime settimane. Questa è la più alta percentuale dal dicembre del 2012, e può essere un problema se l’oro sta perdendo $ 1.300/oz, ma nel frattempo, inoltre, mostra che il mercato è ottimista sui metalli preziosi.

    Un
    rosa d’argento, che è interpretato come un segno di sostegno rispetto all’oro è stata la diversificazione della domanda per il rifugio in connessione con la Corea del Nord, e l’incertezza della tromba.

    Come risultato, le posizioni nette lunghe, essi sono il 47% al di sotto del livello record nel mese di aprile, mentre l’oro è solo previsto un aumento dal 20% a battere il record del mondo da giugno a fine 2016.

    Nel mercato dei cambi, e le crescenti tensioni causato il coreano ha vinto si è deprezzato nei confronti del dollaro statunitense e lo yen giapponese. Questa è la prima volta che vediamo il USDKRW per reagire alla minaccia dalla Corea del Nord. In aggiunta a questo, la ricerca di un rifugio, ha comportato lo yen superiore, come si può vedere nel grafico in JPYKRW.

    Equipa de analizza Saxo Bank

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *