Impresa etica: cos’è e come funziona

Che cos’è l’impresa etica? Quali sono le sue caratteristiche? E quali sono i principi su cui si regge questa forma di organizzazione d’impresa?

Rispondere a queste e altre domande non è facile (o, per lo meno, non lo è in poche righe!), tuttavia vogliamo oggi compiere qualche importante chiarimento in tema di responsabilità sociale d’impresa, soffermandoci in particolar modo sulle specificità che permettono di individuare in modo univoco l’impresa etica.

Cos’è l’impresa etica

Per poter comprendere che cos’è l’impresa etica può essere utile chiarire che il termine “etica” deriva dal greco “éthos”, ovvero “consuetudine”, o “costume sociale”.

impresa etica

Dettagli sull’impresa etica

Ciò ammettendo, l’impresa etica è quell’impresa che è pienamente consapevole del proprio ruolo sociale, e agisce nel rispetto di una scala di valori che risulta essere ampiamente condivisa nell’ambiente in cui opera.

Chiarito ciò, invitiamo a tenere conto che il concetto di impresa etica è relativamente “recente”, risalendo ai primi anni ’30 del secolo scorso, quando si inizia a diffondere una forma di impresa non più condotta avendo come unico punto di riferimento gli shareholders (cioè, coloro che avevano in mano una quota del capitale dell’impresa, gli azionisti), bensì gli stakeholders (cioè, tutti coloro che sono in qualche modo portatori di un interesse diretto o indiretto nell’impresa).

Insomma, dal secolo scorso l’impresa non è più considerata sotto la mera forma utilitaristica (deve fare profitto!) bensì sotto una forma più ampia, non solo incentrata sull’utile da conseguire, quanto – appunto – consapevole del ruolo etico e sociale della stessa.

Quali sono i principi dell’impresa etica

Chiarito quanto sopra, e rammentato ancora una volta come l’impresa etica sia uno degli argomenti più ricorrenti nella materia della responsabilità civile, non possiamo che concentrarci almeno brevemente su quali siano i principi dell’impresa socialmente responsabile. Ovvero, quando possiamo realmente dire di trovarci davanti a un’impresa etica?

come funziona impresa etica

Guida all’impresa etica: cos’è e come funziona

In realtà, non ci sono vere e proprie linee guida rigide, bensì una serie di principi ispiratori che, peraltro,  sono spesso stati tratteggiati dai consumatori, il cui atteggiamento nei confronti delle aziende è sempre più critico.

Qualche anno fa un’indagine condotta dall’istituto di ricerca di mercato Eurisko, su un campione particolarmente rappresentativo di consumatori, era stata in grado di trarre alcune conclusioni su quali fossero i requisiti in base ai quali un’impresa potesse essere considerata come socialmente etica.

Ebbene, al primo posto, con l’82% delle preferenze, si era posizionata la necessità che l’impresa potesse assicurare prodotti e processi che non danneggiassero l’ambiente, mentre poco più sotto, con il 77% delle indicazioni dei consumatori, un’impresa poteva definirsi etica se in grado di trattare equamente i dipendenti e i collaboratori, indipendentemente da sesso, razza, religione e appartenenza politica.

All’interno dell’indagine spiccava anche un 60% di consumatori che definiva etica l’impresa in grado di fornire prodotti di buona qualità al prezzo più basso possibile, e la stessa percentuale era riconducibile all’impresa che non testa i propri prodotti sugli animali.

Più basse, ma pur sempre significative, le percentuali per il rispetto dei diritti umani, per la riduzione della differenza tra i ricchi e i poveri, e il contributo nella risoluzione dei problemi sociali come criminalità, povertà e analfabetismo.

Sostenibilità ambientale

Da quanto sopra sono chiari i collegamenti piuttosto forti tra il concetto di impresa etica e il problema della conservazione dell’ambiente, a sua volta legato all’utilizzo di fonti di energia pulite. Una sensibilità che è sorta principalmente in seguito alle crisi petrolifere degli anni ’70, e che è tornato prepotentemente alla ribalta negli anni più prossimi, dinanzi a epocali cambiamenti climatici.

In quanto principali imputate dell’inquinamento del pianeta, alle imprese è richiesto di gradualmente modificare il proprio approccio ai problemi ambientali, promuovendo ricerca e utilizzo di energie pulite, sperimentando nuove tecnologie in grado di minimizzare l’utilizzo di materie prime scarse, gestendo in modo corretto la creazione, la gestione e lo smaltimento dei rifiuti, sponsorizzando eventi volti alla promozione della tutela ambientale.

Tutela dei diritti umani

Come chiaramente evidenziato dalla ricerca condotta da Eurisko, l’altro grande tema è quello della tutela dei diritti umani, e in particolar modo la tutela dei diritti dei lavoratori.

Anche tale tendenza evolutiva è strettamente legata al concetto di stakeholders di cui sopra abbiamo detto: tra di essi non possono che esserci i dipendenti e, pertanto, requisiti come quelli del supporto alla crescita e alla formazione del personale, al miglioramento delle condizioni di lavoro e del livello di sicurezza, all’erogazione di servizi aggiuntivi ai dipendenti e alle loro famiglie, non possono che essere altri elementi che possono qualificare come etica un’impresa.

Un tema sempre più importante e sempre più ricorrente, spesso finito al centro del celebre salone Dal dire al fare, organizzato dall’Università Bocconi sulla macro area della Responsabilità Sociale d’Impresa (CSR – Corporate Sociale Responsibility ), e che nei prossimi anni sembra divenire una crescente priorità da parte di tutte quelle imprese che vorranno allinearsi alle best practicerichieste in ambito internazionale.

Lascia un commento