Libretto Smart: cos’è e come funziona

Poste Italiane, oltre ai classici libretti di risparmio mette a disposizione il Libretto Smart, uno strumento completamente online, e anche se non ha tutte le funzioni di un conto corrente bancario ha per molti aspetti dei vantaggi, e in questo articolo ti diamo tutte le informazioni che ti permetteranno di capire se può essere vantaggioso per te sottoscriverlo.

Libretto Smart di Poste Italiane: a cosa serve

Il libretto Smart, collegato con la Carta Libretto Postale e il Servizio Risparmio Postale On Line, ti permette di prelevare contanti, controllare movimenti e saldo, fare giroconti tra Carta e Libretto e viceversa.

Al contrario di altri servizi di Poste Italiane non è da considerare una redditizia forma di investimento, in quanto praticamente il denaro depositato non frutta alcun interesse, essendo attualmente pari a 0,001% annuo lordo, ma approfondiremo meglio questo aspetto nel paragrafo dedicato a uso e funzioni.

Come richiedere il libretto Smart

Richiedere il libretto Smart

Come richiedere il libretto Smart

Richiedere il Libretto Smart è molto semplice, basta recarsi in un ufficio postale portando con sé un documento e il codice fiscale, e se vuoi cointestarlo puoi farlo per un massimo di quattro persone, ma ricorda che in questo caso è a firme disgiunte, ovvero ognuno di loro potrà operare in piena autonomia senza bisogno delle firme degli altri.

Dopo aver compilato il modulo di richiesta ti verrà inviato sul numero di cellulare che avrai indicato il codice che ti servirà per l’abilitazione delle funzioni dispositive.

Uso e funzioni del libretto Smart

Le operazioni permesse con il libretto Smart non sono molte vediamole in dettaglio:

  • versamento contanti presso qualsiasi ufficio postale;
  • versamento assegni solo presso l’ufficio postale dove è stato aperto;
  • prelievo contanti limitato agli ATM Postamat e in qualsiasi ufficio postale;
  • girofondo tra libretto e libretto o a c/c postale e ricarica di carta Postepay sono possibili solo se sono intestati al medesimo intestatario o cointestatario (1);
  • attivazione, disattivazione e controllo degli accantonamenti dell’offerta Supersmart (1) (te ne parlo più avanti);
  • sottoscrizione, rimborso e consultazione buoni postali fruttiferi online (1);
  • controllo saldo libretto (1);
  • accredito stipendio per i dipendenti del settore pubblico, pensione Inps e Inpdap, prestazioni a sostegno del reddito dell’Inps.

(1) operazioni effettuabili anche tramite app o Home Banking

Per ricevere bonifici sul libretto devi chiedere allo sportello il codice Iban, ma dovrai dare le coordinate del tuo conto corrente bancario o di uno dei cointestatari in quanto non è possibile riceverlo da altri nominativi.

Offerta libretto Supersmart

Avrai letto sopra dell’offerta Supersmart, è una opzione che puoi richiedere per poter ricevere un tasso di interesse leggermente più alto, a condizione di vincolare per determinati periodi degli importi, in pratica si tratta di deposito vincolato.

L’importo minimo depositabile è di 1.000 euro che puoi incrementare di 500 euro o di multipli, fino ad un massimo di 3.000.000 di euro, la durata prevista del vincolo è di 360 giorni e ti verrà riconosciuto un interesse attualmente fissato dello 0,40%, ed inoltre sugli interessi maturati verrà applicata la ritenuta fiscale di legge.

Costi di gestione del libretto Smart

Questa è la parte migliore, in quanto non viene applicato nessun costo per apertura, gestione e operazioni del libretto.

Tieni però in considerazione che ti potrebbe essere applicata l’imposta di bollo, attualmente fissata a 34,20 euro, se in tutti i tuoi conti presso le Poste Italiane superi la giacenza media di 5.000 euro, e ti sarà addebitata su ogni singolo libretto che possiedi, che supero o meno tale limite.

Vantaggi e svantaggi del libretto Smart

I vantaggi sono rappresentati principalmente dai costi gestionali a zero, ma come avrai visto la sua operatività è limitata rispetto ad un conto corrente bancario o ad una carta prepagata.

Altra nota a favore, il libretto è emesso da Cassa Depositi e Prestiti, e questo ti garantisce che in ogni caso tutte le somme che depositerai sono al sicuro.

Per chi ha scelto di farsi accreditare la pensione sul libretto usufruisce di una polizza assicurativa gratuita che in caso di furti, scippi, rapine, accaduti entro due ore dal prelievo di contanti effettuato presso gli uffici postali o ATM postali, fornisce una copertura fino a 700 euro.

I lati negativi sono il basso tasso di interesse anche in caso tu aderisca all’opzione Supersmart, e l’eventuale imposta di bollo che potrebbe azzerare gli interessi maturati.

Se vuoi conultare i limiti operativi come ad esempio l’importo massimo giornaliero prelevabile, o altre informazioni, è possibile scaricare l’intero foglio informativo cliccando qui.

Dunque è conveniente utilizzare o meno il libretto postale Smart? Dipende dalle esigenze personali, valutando tutti i pro e i contro di quanto offre.

Lascia un commento