Visura catastale: tutto quello che c’è da sapere

La visura catastale è un documento che contiene i dati di un’immobile, di un terreno o di un fabbricato, in tutto il territorio italiano ad esclusione delle province autonome di Trento e Bolzano, ed in questo articolo ti illustriamo tutto quello che c’è da sapere sui suoi tipi e usi e come si possono richiedere, con varie modalità, sia presso gli uffici catastali che online.

Iniziamo con le tipologie.

Elenco delle visure catastali e dati riportati

  • visura catastale per soggetto;
  • visura catastale per immobile;
  • visura catastale storica;
  • visura ipocatastale o ipotecaria.

La visura catastale per soggetto si fa per individuare tutti gli immobili di una persona o società in una singola provincia, nel caso di fabbricati riporta il comune di ubicazione, sezione, foglio, particella e sub, e la sua rendita catastale per i fabbricati, o demaniale per i terreni, e per ogni proprietario vengono indicate anche le quote di proprietà.

Visura catastale

Esempio visura catastale per immobile

Con la visura catastale per immobile si ottiene l’elenco degli intestatari di un’immobile, i dati identificativi e le rendite catastali, gli atti di eventuali aggiornamenti effettuati nel tempo, la mappa catastale e delle varie unità immobiliari.

Con una visura catastale storica per soggetto è possibile ottenere tutti i dati catastali di una persona o società.

La visura catastale storica, lo dice la parola stessa, riporta tutte le variazioni effettuate nel tempo di un terreno o fabbricato, riportando eventuali proprietari precedenti, i frazionamenti e i vecchi dati catastali, se presenti.

La visura ipocatastale o ipotecaria, tramite una ricerca nelle banche dati delle Conservatorie dei Registri Immobiliari, ci dice se su un determinato immobile, terreno o fabbricato che sia, tutte le trascrizioni, annotazioni o iscrizioni degli atti relativi a ipoteche, pignoramenti oltre ai dati che vengono riportati nella visura catastale per soggetto.

A cosa serve una visura catastale?

Una visura catastale ha diversi usi, i più comuni sono per stipulare un atto di acquisto o di vendita di un’immobile, per la richiesta di un mutuo, per l’allaccio di alcune utenze, controlli sulle proprietà per verificare eventuali errori di trascrizioni ecc.
Nel caso di acquisti di immobili è fondamentale effettuare la visura ipocatastale per evitare eventuali brutte sorprese.

Dove richiedere una visura catastale e i relativi costi

La richiesta di una visura catastale, può essere effettuata:

Andando direttamente agli uffici catastali si possono anche semplicemente consultare i documenti ed è possibile prendere appunti e consultare le mappe catastali.

Tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate (si deve essere ovviamente registrati) è possibile ottenere in formato PDF, le visure storiche, quelle per immobile o  la consultazione della mappa catastale al costo di 1,35 euro, mentre quelle per soggetto a 1,35 euro ogni 10 immobili o frazione di 10.

Per quanto riguarda il servizio delle Poste Italiane la richiesta effettuata di persona direttamente allo Sportello Amico ha un costo di 11 euro, che diventano 18,40 se viene chiesta la spedizione tramite raccomandata ed in questo caso qualsiasi sia il numero delle visure, mentre tramite il servizio online Certitel è di 6,00 euro, sempre per richiesta e sempre indipendentemente dal numero delle visure.

Tramite il sito Catasto.it è possibile richiedere le visure con tre metodi differenti:

  • da soli con un costo di 10 euro + iva a visura, ed è possibile stamparla subito e una copia verrà inviata anche per email;
  • fare la richiesta per dare incarico a un loro consulente che la invierà poi per email, al costo di 16 euro + iva;
  • la richiesta per singolo soggetto, persona fisica o società, su tutto il territorio italiano, al costo di 22 euro + iva, inviata successivamente per email.

Note finali e ulteriori informazioni utili

I dati riportati sulle visure per i “non addetti ai lavori” potrebbero risultare di non facile comprensione, ma a questo proposito viene in aiuto questa pagina del sito dell’Agenzia delle Entrate, o ci si può rivolgere direttamente ad un professionista, ad esempio un geometra.

E’ da tenere bene a mente che se si utilizza il servizio online dell’Agenzia delle Entrate e si è titolare, anche in parte, dell’immobile oggetto della visura, la consultazione è gratuita e pertanto non viene richiesto alcun pagamento.

Le visure catastali possono essere richieste da chiunque, in quanto riportano dati pubblici, escluse però le planimetrie che possono essere fornite solamente ai proprietari o a persone delegate.

Se si cercano informazioni su un’immobile precedenti al 1974, data in cui è iniziata la meccanizzazione delle informazioni cartacee del catasto, occorre effettuare la cosiddetta visura archivio conservatoria.

Lascia un commento